Il dono della pentecoste somiglia tanto alla presa di coscienza del melting pot realizzato con l’impero romano. La consapevolezza che la lingua non fosse più una difficoltà, una maledizione divina. Parlare due o tre lingue non era più un segno di doppiezza, ma l’acquisita cittadinanza di uno stato cosmopolita il quale era l’unica soluzione possibile all’ansia di pace. L’impero romano rese impossibile l’esilio per come lo conoscevano gli antichi (oggi chi parte per l’esilio si regala dei lunghi soggiorni a Parigi, Londra o New York).

Ho una fede assoluta nella verità. Non credo di incarnarla, ma mi sforzo di farlo. Mi piace farlo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...