Schema dei viventi italiani

Schema di massima, che descrive la parte più visibile di alcuni gruppi anagrafici, in cui è possibile riconoscere dei punti in comune.

 

  • pre 1920 Nativi Monarchici: fedeli a una diversa concezione di patria, di stato, in cui è visibile ancora il diritto divino. Medievali, superstiziosi, con strascichi sulle versioni contadine e provinciali delle generazioni immediatamente successive.
  • 1920/1943 Nativi Fascisti: gente intollerante, sia se fascista sia se antifascista, la cui forma mentis è stata gravemente compromessa dal lavaggio del cervello del regime. La contrapposizione pertiniana Brigante (fascista) VS Brigante e Mezzo (antifascista) sintetizza una lingua comune che usa la violenza come forma di lotta politica, poi messa fuori legge da Scelba, e che introduce una legittimità istituzionale al brigantaggio precedente.
  • 1944/1964 Baby Boomers – Sessantottini/Settantasettini: generazione di ingrati, si ispira alla generazione precedente per la logica brigantesca della violenza politica, usandola per meri scopi di rapina ai danni della collettività, e disconosce alle generazioni successive i diritti per cui si è battuta.
    Moralmente ipocriti, hanno sempre ragione loro, altro lascito del passato regime. E discriminano chi la pensa differentemente, dandogli ovviamente del fascista.
    Quando lo Stato per sconfiggere il terrorismo ne assume un milione a inizio anni Ottanta, diventano improvvisamente mansueti.
    Dicono di leggere molti libri: non è vero.
  • 1965/1973 Nativi Rock: insieme alla generazione sessantottina settantasettina eterni giovani incapaci di stare al passo con un mondo che evolve, rallentandolo. Ultima generazione con il posto fisso, i soldi da spendere, tenuta buona dallo Stato.
    Leggono profondamente i libri sui loro miti musicali.
  • 1974/1994 Generazione X: generazione di ragazzi che difficilmente mettono su famiglia, oberata di mutui trentennali, precaria a quarant’anni nonostante le innumerevoli competenze, non hanno una voglia di lavorare maggiore delle generazioni precedenti, ma sono schiavizzate dalle stesse con orari spesso da fabbrica in Vietnam. Se avranno la pensione, sarà minima: giustificazione per gli ingressi degli immigrati, che giusto la minima possono finanziare con i loro contributi.
    Innamorati dell’informatica, si riempiono la camera di computer e monitor, riducendo ulteriormente il poco spazio loro rimasto.
    Hanno una grande nostalgia degli anni Ottanta, periodo mitico che hanno vissuto pochissimo.
  • 1995/2002 Generazione Y – Nativi Digitali: la Generazione Y è quella che porta avanti le istanze gender rispetto a quelle di affermazione lavorativa e personale. Innocui ma senza necessariamente l’uso di droghe, non ascoltano più musica ma chattano tantissimo, influenzando l’evoluzione delle radio (che passano appunto da una programmazione musicale al dibattito, al talk).
    Per farlo usano smartphone, tablet e periferiche di gioco tascabile ma abbandonano i computer.
  • 2003/oggi Generazione Y – Nativi Euro: Hanno capito che accollarsi un mutuo di trenta anni è una trappola. Sono molto attenti a ciò che comprano, ma a parte questo non hanno ambizioni. Sono la prima generazione, ove presente sul territorio, dichiaratamente non ambiziosa.
Annunci

2 thoughts on “Schema dei viventi italiani

  1. Pingback: Gli ingrati | Luigi Menta

  2. Pingback: Pensieri sparsi su Umberto Eco a pochi giorni dalla scomparsa | Luigi Menta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...