Io credo che la violazione della proprietà privata sia un danno psicologico già avvenuto, comparabile e spesso peggiore dello stalking, e che non si possa giudicare “col senno di poi” scelte che sono fatte in uno stato alterato di coscienza. Credo che i responsabili di questo stato alterato siano i ladri, che commettendo un reato contro la proprietà commettono un reato contro la persona. Credo che chi non tiene conto di questo é una categoria di persone, come lo sono i giudici, che le cronache dei giornali ci dicono non toccate dai furti nelle loro ville. Credo che chi si accoda difetti caratterialmente di prodigalitá e dimentichi che quando ci furono tre morti ammazzati a Milano in trib, appartenenti a tre diverse tipologie professionali, la casta dei giudici reagí come fossero stati attaccati solo loro.
 
Credo che l’aggressione e la violazione alle cose siano atti disgustosi, come drogare una vittima prima di abusarne, visto che i nostri corpi secernono ormoni e altre sostanze alteranti senza che ne siamo consapevoli, come avviene nello stalking, proprio la condizione di chi subisce una violazione di domicilio. Credo infatti che la minaccia di violazione di domicilio e di furti in zone già olpite sia assimilabile alla fattispecie degli atti persecutori, visto che vittime reali e potenziali sono costrette a modificare le proprie abitudini di vita.
Credo quindi che le vittime, il cui stato di coscienza é in questo modo psichicamente alterato, non possano AFFATTO essere ritenute responsabili delle scelte che adottano per difendersi, né della loro efficacia. Credo che emettere una sentenza in nome del popolo italiano di un eccesso colposo di legittima difesa, o di omicidio colposo, o di omicidio volontario, o qualsiasi altra fattispecie, sia fondamentalmente antidemocratico, antipopolare, ipocrita e infondato, in quei casi in cui é evidente l’iniziale atto predatorio.
 
Credo che la proprietà privata sia sacra e precedente lo Stato. Credo che l’esistenza dello stato sia una nostra gentile concessione, ancorché necessaria, e MAI il contrario. Credo che la proprietà privata sia un diritto fondamentale dell’essere umano, nella sua acquisizione e mantenimento, se compiuti nel rispetto della legge. CREDO CHE LA PROPRIETÀ PRIVATA SIA UN DIRITTO FONDAMENTALE PERCHÉ CONCORRE AL RENDERE LA VITA UMANA DEGNA DI ESSERE VISSUTA E CHIAMATA TALE.
 
E mi disgusta sapere che la mia Patria in questo sia indietro rispetto ai paesi anglosassoni e alle nazioni che ad essi si ispirano, vergognosamente vittima di una tipologia di persone illiberale, liberticida, e la cui onestà é sovvenzionata e resa possibile dalle troppe tasse che paghiamo per i loro stipendi a vita.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...