L’Altro

Sí, Caino aveva una colpa, ma non era quella di odiare la pastorizia. Al contrario, nel racconto biblico i due fratelli si sono scambiati i ruoli.Caino era quello abituato a sgozzare gli animali che accarezzava, a tradirli. E, alla fine, uccise il fratello, per saccheggiarlo.
Oppure no, peggio. La sua colpa era di non stare a sgranocchiare tutto il tempo cibi che non lo avrebbero mai saziato, al limite dell’indigestione. Lui mangiava, poco, stagionato, cotto, sotto sale, e soprattutto a bocca chiusa. Mangiava nell’antro della caverna, al riparo dalla fame ferina di leoni e smilodon, lupi, orsi, iene e chissá cos’altro. 
L’altro, l’inutile leccaculo, commerciava favori con la divinità, come la pioggia, il Nilo che lo veniva a far visita nel suo lavoro, il sole e i gatti contro malattie e topi. Viveva per il raccolto. Mangiava smodatamente frutta e verdura come se ci fosse ancora un Eden e non un domani di vecchiaia, a tutte le ore, parossisticamente. Aveva due mascelle cosí, i denti bianchissimi, enormi, sporgenti, non gli consentivano di chiudere le labbra, e insomma dava fastidio quel rumore maleducato, la saliva che gli colava, il respiro che spandeva in giro l’odore del cibo.
Abele fu ucciso da una bestia attratta dal suo odore e dal suo rumore di atleta del chewing gum ante litteram. Quando si incontrò con Caino, nell’aldilà, e gli chiese motivo del diverbio, il fratello rispose che sí, c’era stato qualche screzio, ma lui, Caino, s’era sempre fatto i fatti suoi, e forse lo aveva semplicemente soccorso troppo tardi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...