Il Papa Fine di Mondo

Aggiornamento sulle profezie.

Petrus Romanus: si riferisce a sè stesso come Vescovo di Roma, chiama il vecchio papa Vescovo Emerito, e descrive la scelta del conclave come presa “alla fine del mondo” (geografica, hic sunt leones, e non escatologica, ma tant’è).



Papa Nero: è gesuita. Siccome i gesuiti oltre a castità povertà e obbedienza hanno voto di speciale obbedienza al papa, ecco che il capo dei gesuiti in realtà è il papa… questa è la spiegazione che mi dò al rientro della gesuitica ritrosia nell’impersonare l’oggetto di quel voto speciale, che non li ha mai fatti esprimere un Papa e li ha anche per questo sottoposti a persecuzione.

Francesco I: questa è la profezia di Pannella e dei radicali, e anche di molti intellettuali italiani (per esempio Pasolini). Un papa cioè che vende tutti i beni della Chiesa e li dà ai poveri.

EDIT: il papa è stato eletto il 13 Marzo 2013, all’età di 76 anni (7+6=…).

I Patti Lateranensi

Ogni 4 Febbraio il Capo dello Stato e il Papa festeggiano l’anniversario dei Patti Lateranensi con cui Sua Eccellenza il Duce pagò tangente allo Stato della Città del Vaticano all’epoca, per risolvere la Questione Romana (eredità risorgimentale). I soldi avuti da un Regno d’Italia poverissimo e piagato dalla gravissima emorragia dell’emigrazione (che da un lato fece del colonialismo italiano una deviazione dallo standard britannico allora in voga, e dall’altro fa capire quanto le Leggi Razziali del 1938 – 16 anni dopo la Marcia su Roma in un’epoca in cui i treni non tardavano 5 minuti – fossero un’umiliazione italiana verso il dittatore austroungarico della Germania) permisero ai sacerdoti, ai vescovi, ai cardinali e ai pontefici di imporre lo IOR nei mercati finanziari internazionali e di fare del Vaticano un paradiso fiscale.
Questo tanto per dire qualcosa sul convitato di pietra di oggi. I Patti Lateranensi sono parte integrante dell’eredità fascista, come le Leggi Razziali, il welfare, le infrastrutture e l’incapacità italiana di respingere l’abbraccio mortale dell’Asse d’Acciaio, istigato dall’Inghilterra, che sulla falsariga di esso churchillianamente imporrà all’Europa la Cortina di Ferro.

E oggi? Oggi che la UE unisce il continente e le politiche inglesi di divisione ed “equilibrio” vanno alla deriva verso l’Atlantico, non solo l’Irlanda ma anche la Scozia cercano di staccarsi da Londra.
Per quel che riguarda l’Italia invece la Questione Romana si estende all’impunità vaticana in materia fiscale e finanziaria. Perché è per questo che il Vaticano esiste: per garantire loro l’impunità.